1 settimana a Parigi, itinerario e visite che abbiamo scelto per voi

Una settimana a Parigi è l’occasione di scoprire in lungo e in largo la capitale francese. Con o senza guida, lasciatevi sedurre dallo charme delle stradine lastricate e dalla magia che emana la Ville Lumière. Dal cuore di Parigi, passando per il castello di Versailles o Disneyland, venite a esplorare questa città dai mille volti.
Ecco a voi un esempio di itinerario ideato per un soggiorno di una settimana a Parigi.

 

PRIMO GIORNO:

Nelle arterie del cuore di Parigi

Tempo da trascorrere al Marais: 3h

Vi consigliamo di iniziare dal quartiere del Marais. Ubicato nel III e IV arrondissements, vi si trovano un certo numero di siti che fanno la ricchezza del patrimonio della città. All’Hôtel de Ville, il palazzo del Municipio di Parigi, e sulla piazza antistante, potrete godere del sole di fianco alle fontane e, in inverno, dilettarvi sulla pista di pattinaggio.

Il quartiere, essendo uno dei più antichi, rispecchia l’anima di Parigi. Le vestigia del suo passato, come il Palazzo del Louvre (ormai convertito in museo), l’Hôtel Carnavalet (un museo che ripercorre la storia della capitale francese), la Place des Vosges o l’Hôtel Sully sono emblematici del ruolo che ha svolto nella storia della città.

Vi proponiamo, poi, di fare un pic-nic sulla Place des Vosges, che offre una cornice sontuosa, con portici in cui si affacciano gallerie d’arte o boutiques raffinate che circondano questa piccola oasi verde di tranquillità.

Credito : © Reinhardhauke//Wikimedia in Creative Commons 3.0

Fanatici dello shopping

Tragitto Place des Vosges-Louvre: 30 minuti a piedi

Partenza: 13:30

Arrivo: 14:00

Tempo da trascorrere al Louvre: 3h

Prendere poi la rue de Birague per arrivare direttamente sulla rue de Rivoli. Percorrendola, potrete approfittare delle numerose boutiques, come il BHV(Bazar de l’Hôtel de Ville), Mango, H&M, Zara, Stradivarius, Maje, Naf-Naf…

Continuando sulla stessa strada, sbucherete al Palazzo del Louvre. Cogliete l’occasione per fare una piccola visita al Palazzo e/o al museo (l’ingresso è peraltro gratuito per i minori di 26 anni residenti nell’Unione Europea).

Altra possibilità: recarsi al Carrousel du Louvre per continuare la “parentesi di shopping” o semplicemente prendere un dolce di fronte all’Arco di Trionfo del Carrousel e sedersi nel Giardino delle Tuileries sul bordo di una fontana.

 

Tragitto Musée du Louvre – Champs-Elysées: 5 minuti in metropolitana

Partenza: 17:00

Arrivo: 17:05-17:10

Tempo da trascorrere sugli Champs-Elysées: 2h30

Per la serata, vi suggeriamo di prenotare un tavolo al Ginger (11 rue de La Trémoille, 75008 Parigi) che propone un «Bo bun» squisito. Prendere la linea 1 fino a Franklin Roosevelt e scendere all’avenue Montaigne lungo la quale potrete ammirare sontuose boutiques di lusso, girare a destra sulla rue Clément Marot e quindi a sinistra sulla rue de La Trémoille. E perché non prenotare poi dei posti per lo spettacolo del Crazy Horse sull’avenue George V? Scendete a rue de La Trémoille e poi girate a destra su avenue George V per lasciarvi convincere.

Quartier du Marais e Place des Vosges: Fermata della metro Saint Paul (linea 1).

Museo Carnavalet: 16, rue des Francs-Bourgeois, Parigi III. Metro Saint Paul (linea 1) o Chemin Vert (linea 8).

Tariffe: ingresso gratuito per la visita alle collezioni permanenti, tariffa variabile per la visita alle collezioni temporanee.

Hôtel de Ville de Paris: Place de l’Hôtel de Ville, Parigi IV. Metro Hôtel de Ville (linee 1 e 11).

BHV: 36, rue de la Verrerie, Parigi IV. Metro Hôtel de Ville (linee 1 e 11).

Museo del Louvre: Parigi I. Metro Louvre Rivoli (linea 1) o Palais Royal Musée du Louvre (linee 1 e 7).

Tariffe: 15€ per visitare le collezioni permanenti. L’accesso alle collezioni permanenti è gratuito per i cittadini dell’Unione Europea di meno di 25 anni, gli insegnanti, i disoccupati e i portatori di handicap e i loro accompagnatori. Le tariffe potrebbero variare.

Prenotare una visita al Louvre

Giardino delle Tuileries: Parigi I. Metro Palais Royal Musée du Louvre (linee 1 e 7), Tuileries (linea 1) o Concorde (linee 1, 8 e 12).

 

 

SECONDO GIORNO:

Un villaggio nel cuore della città

Tempo da trascorrere a Montmartre: 4h

Dopo la colazione potrete recarvi nel famoso Villaggio di Montmartre. Arroccato sulla collina omonima, questo piccolo angolo di paradiso domina il XVIII arrondissement della capitale. Appuntamento a rue Foyatier, ai piedi della collina per iniziare la vostra ascesa: a piedi per i più coraggiosi (solo 222 gradini…), o in funicolare per chi ha deciso di risparmiare le proprie energie.

Nel periodo greco-romano, era un tempio dedicato al dio Marte. In seguito è stato sostituito da uno dei più bei simboli di Parigi oggi conosciuti: la Basilica del Sacré Cœur. Luogo di culto cattolico edificato nel 1871 nell’ambito del nuovo ”ordine morale” instaurato dopo i fatti della Comune di Parigi. Se la sua storia è talvolta sconosciuta, la sua forma (piuttosto atipica) è molto famosa. L’architetto si è ispirata all’estetica romana e bizantina per la costruzione delle 4 cupole e la volta centrale, che sono divenute da allora in poi emblemi della capitale francese. Se qualche ulteriore gradino non vi spaventa, potrete visitare la basilica ma anche ammirare la superba vista panoramica su Parigi che offre l’esplanade del Sacré-Cœur.

A 200 metri da lì, si accede propriamente nel villaggio a partire dall’incantevole Place du tertre in cui si possono trovare numerosi ristoranti ma anche artisti di strada che mantengono viva l’immagine della collina come luogo d’arte. La Butte era infatti particolarmente apprezzata da pittori come Van Gogh, Picasso o ancora Toulouse-Lautrec che vissero tutti a Montmartre. Potrete inoltre saperne di più sul patrimonio storico e culturale di Montmartre visitando Museo di Montmartre.

L’atmosfera così particolare di questo splendido quartiere di Parigi (eh sì, ve lo assicuriamo, siete sempre a Parigi) sicuramente vi spiazzerà e al tempo stesso vi sedurrà.

Un giardino nella città

Tragitto Montmartre-Giardino del Luxembourg: 15 minuti in metropolitana + 25 minuti a piedi

Partenza: 14:00

Arrivo: 14:45

Tempo da trascorrere nel Quartiere Latino: 3h30

Dato che il Villaggio di Montmartre non è particolarmente esteso, vi consigliamo, prima di riscendere verso il centro di Parigi, di trascorrere una mezza giornata nel XVIII arrondissement per esplorare il Giardino del Luxembourg e il Quartiere Latino.

Il Giardino è situato nel VI arrondissement ed è raggiungibile con la linea 12, fermata Notre-Dame-Des-Champs o Rennes, oppure con la linea 4, fermata Saint-Placide. Da Montmartre, prendere la linea 12 ad Abbesses e scendere a Notre-Dame-Des-Champs, sulla stessa linea.

Per una pausa golosa, vi suggeriamo il ristorante Aux 2 Oliviers che propone una cucina mediterranea molto varia. Lo troverete a una delle uscite del Giardino del Luxembourg, all’altezza del Square Francis Poulenc, rue de Tournon.
Nel tardo pomeriggio potrete andare a visitare il Museo Nazionale del Medio Evo, a 7 minuti a piedi dal ristorante, in cui vi sarà raccontata la Storia di Parigi.

Il quartiere latino

Siete così arrivati al Quartiere Latino, che vale la pena visitare: il suo cuore storico altri non è se non la Sorbona, una delle più antiche università del mondo.

Visto che la Cattedrale di Notre-Dame-de-Paris si trova a pochi passi da lì, su l’Ile de la Cité, vi invitiamo a passarci per ammirarla e magari anche per salire sulle sue alti torri.

Nel tardo pomeriggio, prendere il Boulevard Saint-Germain, continuare sulla rue Saint-Jacques e giungere a Saint Michel. Scoprirete un piccolo quartiere di strade lastricate in cui trovare ristoranti etnici e pub di ogni genere. L’atmosfera è molto festosa e ce n’è per tutti i gusti e per tutte le età!

Infine potrete trovare ristoranti dall’atmosfera conviviale come il Bar à Huitres Saint Germain, sito in rue Saint-Jacques.

Montmartre:

Funicolare: rue Foyatier, Parigi XVIII. Metro Anvers (linea 2) o Abbesses (linea 12).

Tariffe: costo di un biglietto della metro, 1,90€ (le tariffe potrebbero cambiare).

Sacré Cœur: 35 rue du Chevalier de la Barre, Parigi XVIII.

Museo di Montmartre: 8-14 rue de Cortot, Parigi XVIII.

Tariffe al momento della pubblicazione dell’articolo: ingresso intero è tra 9,50 € e 12€. Ingresso ridotto per studenti (18-25 anni) è tra 7,50€ e 9€. Ingresso ridotto per i portatori di handicap è di 7.50€. Ingresso ridotto per i giovani (10-17 ani) è di 5,5€. L’ingresso è gratuito per i minori di 10 anni. Le tariffe possono variare secondo la programmazione.

Giardino del Luxembourg e Quartiere Latino:

Giardino del Luxembourg: Parigi VI. Metro Saint Sulpice (linea 4) o fermata Luxembourg (RER B).

Museo Nazionale del Medio Evo: 6, Place Paul Painlevé, Parigi V. Metro Cluny-La Sorbonne (linea 10).

Tariffe: per visitare la collezione permanente 8€ tariffa intera e 6€ tariffa ridotta. Per le mostre temporanee 9€ tariffa intera e 7€ tariffa ridotta. L’ingresso al Museo e alle mostre è gratuito per i giovani di meno di 26 anni e per tutti la prima domenica di ogni mese.

Quartiere Latino: V e VI arrondissements. Metro Saint Michel (linea 4, RER B, RER C).

Cattedrale Notre Dame de Paris: 6, Parvis Notre-Dame – Place Jean Paul II, Parigi IV. Metro Cité (linea 4) o Saint-Michel Notre-Dame (RER B et C)

Bar à Huîtres Saint Germain: 33, rue Saint-Jacques, Parigi V. Metro Cluny-La Sorbonne (linea 10).

 

 

TERZO GIORNO:

Ritorno all’infanzia

Tempo da trascorrere a Disneyland: tutta la giornata!

Oggi, gita fuori Parigi. A Disneyland! Per arrivare prendere l’RER A a Châtelet-Les Halles direzione Marne La Vallée-Disneyland: scendere al capolinea. Il viaggio dura una quarantina di minuti. L’entrata del Parco principale è raggiungibile dall’uscita della stazione RER e in 5 minuti a piedi giungerete al portone di questo luogo magico che sedurrà grandi e piccini.

Disneyland Paris si compone di due parchi: il Parco Disneyland, che vi proietterà in 5 diversi universi ispirati ai cartoni animati più conosciuti di Walt Disney, e il Parco Walt Disney Studios, che vi farà scoprire i segreti della creazione dei più bei film d’animazione di Walt Disney. I due parchi sono uno di fianco all’altro e si può prendere il biglietto d’ingresso per uno dei due oppure un biglietto che consente l’accesso ad entrambi i parchi. Che desideriate incontrate i vostri eroi preferiti in una località fatata o salire su attrazioni “al cardiopalma”, la visita a Disneyland non vi deluderà!

Per quanto riguarda la ristorazione, il parco propone una serie di ristoranti a tema Disney o anche dei chioschi posizionati un po’ dappertutto in cui si possono trovare zucchero filato o pop-corn.

Per poter beneficiare di tariffe preferenziali ed eventualmente di riduzioni, è preferibile prenotare il biglietto d’ingresso in anticipo. Per informazione un pass per 1 giorno per entrambi i parchi costa tra 60 e 80 euro per gli adulti (più di 12 anni) e tra 50 e 70 euro per i bambini (meno di 12 anni).

Prenotare una visita a Disneyland

Parcs Dineyland Paris: Marne-La-Vallée (77). Fermata Marne-La-Vallée-Chessy (RER A).

 

 

QUARTO GIORNO:

Gita reale…

Tempo da trascorrere a Versailles: una mattinata, circa 3h/4h

Per questa quarta giornata, vi proponiamo una visita al Castello di Versailles, nel dipartimento di Yvelines.

Prenotare una visita al Castello di Versailles

Prendere la linea C del RER fino a Versailles-Château Rive Gauche. Considerate una mezz’ora da Champ de Mars. Una segnaletica verticale indica il percorso da seguire per andare dalla stazione al castello.

Per pranzo il castello prevede due ristoranti: Le Grand Café d’Orléans e Angelina.

…e che il banchetto reale abbia inizio!

Tragitto Versailles Rive Gauche-Opéra: circa 45 minuti di RER+metropolitana

Partenza: 14:00

Arrivo: 14:50

Tempo da trascorrere al quartiere de l’Opéra: 2 o 3h in giornata, 2h la sera (cena e bar)

Dopo una giornata così faticosa, potrete provare uno dei numerosi ristoranti giapponesi di cui Parigi pullula. Il quartiere de l’Opéra è particolarmente rinomato per la cucina orientale. Troverete ristoranti come lo Yasube, l’Higuma, nella rue Sainte-Anne, e il Matsuri nella rue de Richelieu. Per raggiungerlo dal castello di Versailles, prendere l’RER C fino alla fermata Invalides. Da lì, prendere la linea 8 e scendere alla fermata Opéra.

Versailles:

Castello di Versailles: Place d’Armes, Versailles (78). fermata Versailles-Château Rive Gauche (RER C).

Tariffe: Biglietto per l’ingresso al castello: 18 euro tariffa intera, 13 euro tariffa ridotta (famiglie numerose, assegni-vacanze). Passeport che permette l’accesso a tutto il sito: 20 euro. L’accesso a tutto il sito è gratuito per i minori di 26 anni cittadini dell’Unione Europea, disoccupati, portatori di handicap e loro accompagnatori. I prezzi potrebbero variare.

Ristoranti giapponesi:

Matsuri: 36, rue Richelieu. Parigi I.

Yasube: 9, rue Sainte Anne, Parigi I.

Higuma: 32 bis, rue Sainte Anne, Parigi I.

Tutti i ristoranti sono raggiungibili dalla fermata della metropolitana Pyramides (linee 14 e 7).

 

 

QUINTO GIORNO:

Luoghi mitici

Tempo da trascorrere al Museo d’Orsay: 2h

Per gli amanti dell’arte, perché non andare al Museo d’Orsay? Questo gioiello racchiude alcune delle maggiori opere d’arte dei nostri tempo quali la Piccola danzatrice di quattordici anni di Degas, Le Bal du Moulin de la Galette di Renoir, L’Olympia di Manet, e altre ancora.

Il museo allestito in una vecchia stazione si trova nel VII arrondissement di Parigi ed è servito dalla metropolitana, linea 12, fermata Solférino o dalla linea C del RER, fermata Musée d’Orsay.

Prenotare una visita privata del museo d’Orsay

Sulla rue du Bac, scendendo per il quai Anatole France, troverete un ristorante chic ma con prezzi abbordabili, la Frégate. Per desideri più gourmet, l’Atelier Saint-Germain de Joël Robuchon propone piatti classici rivisitati dallo chef. Si trovano entrambi sulla rue Montalembert, a sinistra scendendo dalla rue du Bac.

 

Tragitto Musée d’Orsay-Tour Eiffel: 20-25 min di metro/20 min di RER C, da Musée d’Orsay a Champs Mars Tour Eiffel

Partenza: 15:00

Arrivo: 15:30

Tempo da trascorrere alla Tour Eiffel: 1h30

Prendere la linea 12 della metropolitana da Solférino fino a Pasteur, e cambiare sulla linea 6 fino alla fermata Bir-Hakeim. Potrete ora ammirare la Dama di Ferro e se il cuore resiste, salire fino al terzo piano per godere della vista sterminata sulla Ville Lumière.

Il ristorante 58 Tour Eiffel apre le sue porte al primo piano della Torre per proporvi una cena alla française con vista su tutta Parigi.

Prenotare una visita della Tour Eiffel

Museo d’Orsay: 1 rue de la Légion d’Honneur, Parigi VII. Metro Solférino (linea 12) o fermata Museo d’Orsay (RER C).

Tariffe: 12€ tariffa intera (mostre temporanee e permanenti), 9€ tariffa ridotta (per i giovani tra i 18 e i 26 anni non europei non residenti in Europa a partire dalle 16:30, e il giovedì a partire dalle 18:00 per tutti) e gratuito per i cittadini dell’Unione Europea di meno di 26 anni, per i disoccupati e i portatori di handicap.

La Frégate: 30, avenue Ledru-Rollin, Parigi XII. Metro Quai de la Râpée (linea 5).

L’Atelier Saint Germain de Joël Robuchon: 5, rue Montalembert, Parigi VII. Metro Rue du Bac (linea 12).

Tour Eiffel: Champs de Mars, 5 rue Anatole France. Parigi VII. Metro Bir-Hakeim (linea 6) o fermata Champs de Mars-Tour Eiffel (RER C).

Tariffe: Biglietto di ingresso e ascensore fino al 2° piano: 11€ per gli adulti, 8,50€ per i giovani tra i 12 e i 24 anni, 4€ tariffa ridotta (per i bambini tra i 4 e gli 11 anni e i portatori di handicap). Biglietto di ingresso e ascensore fino alla cima della torre: 17€ per gli adulti, 14,50€ per i giovani tra i 12 e i 24 anni, 8€ tariffa ridotta. L’ingresso alla torre è gratuito per i bambini di meno di 4 anni. Le tariffe potrebbero variare.

58 Tour Eiffel: 1° piano della Tour Eiffel.

 

 

SESTO GIORNO:

Come recita una famosa canzone francese: J’me baladais sur l’avenue, le cœur ouvert à l’inconnu… (Passeggiavo lungo il viale il cuore rivolto verso l’ignoto…)

Un soggiorno di una settimana a Parigi non sarebbe completo senza una tappa nel più bel viale del mondo: Les Champs-Élysées.

Il percorso inizia alla fermata Franklin Roosevelt della linea 1: risalire l’avenue a piedi approfittando delle boutique che attorniano questa grande arteria cittadina. Una volta giunti sulla place de l’Étoile, potrete salire sull’Arco di Trionfo. Da lassù godrete di una vista magnifica su uno dei più bei quartieri di Parigi.

Prenotare una visita dell’Arco di Trionfo

Una volta scesi, potrete recarvi al Café George V sugli Champs-Élysées. È una piccola brasserie che propone piatti francesi a prezzi abbordabili. In alternativa, sull’avenue non mancano snack-bar, piccoli fast-foods come Starbucks Coffee, Mc Donald’s, Quick, etc.

Un’aria d’opera

Tragitto Champs-Elysées-Opéra: 2 minuti in RER

Partenza: 17:00

Arrivo: 17:05

Tempo da trascorrere all’Opéra Garnier: si consideri fino a 4h per un’opera

Per il pomeriggio, vi suggeriamo di visitare l’Opéra Garnier e finire la serata con un balletto.

Per raggiungerla prendere l’RER A a Charles De Gaulle-Etoile, ne avrete solo per una fermata; scendere quindi a Auber e seguire la segnaletica; vi ritroverete di fronte al piazzale de l’Opéra Garnier.

Prenotare una visita privata all’Opéra Garnier

Champs-Élysées: Parigi VIII. Metro Champs-Elysées Clemenceau (linee 1 e 13), Franklin Roosevelt (linee 1 e 9), Charles de Gaulle-Etoile (linee 1, 2, 6 e RER A).

Arco di Trionfo: Place Charles de Gaulle, Parigi VIII. Metro Charles de Gaulle-Etoile (linee 1, 2, 6 e RER A).

Opéra Garnier: 8 rue Scribe, Parigi VIII. Metro Opéra (linee 3, 7 e 8).

 

 

SETTIMO GIORNO:

Giornata di relax a Père-Lachaise

Tempo da trascorrere a Père-Lachaise: 2h

Per questo settimo e ultimo giorno, vi proponiamo una giornata di relax. In tarda mattinata, concedetevi una passeggiata al Cimitero di Père-Lachaise. Potrete trovare le tombe di grandi nomi come Chopin, Piaf o Jim Morrison, e apprezzare la calma e la serenità che promana da questo luogo mistico.

Stuzzicare l’appetito alla Bastiglia

Tragitto Père-Lachaise-Bastille: 10 minuti in metropolitana

Partenza: 13:00

Arrivo: 13:10

Tempo da trascorrere alla Bastiglia: 1h30

Per andare a pranzo prendere la linea 3 fino alla fermata République, poi cambiare sulla linea 5 fino a Bastille e recarsi al ristorante Le Paradis du Fruit. Potrete assaporare variopinte specialità “dolci-salate” a base di frutta e verdura. Il Paradis du Fruit si trova di fronte alla place de la Bastille, vicino a l’Indiana Café, locale ideale per bere un Monaco fresco in terrazza o gustare un hamburger vegetariano nella sala indiana.

 

Tragitto Bastille-Jardin des Plantes: 5 minuti di metro + 12 minuti a piedi da Saint-Marcel

Partenza: circa 14:00

Arrivo: 14:20

Tempo da trascorrere al Jardin des Plantes: 2h al Museo nazionale di Storia Naturale + 1h al sole!

Alla fine di questa carica, vi consigliamo di rilassarvi all’orto botanico, il Jardin des Plantes: potrete raggiungerlo dalla femata Saint-Marcel (linea 5) risalendo il Boulevard de l’Hôpital.

Per concludere, vi raccomandiamo il ristorante Heureux Comme Alexandre che propone piatti di fonduta savoiarda.

Cimetière du Père Lachaise: 16, rue du Repos, Parigi XX. Metro Père Lachaise (linee 2 e 3).

Le Paradis du Fruit: 12, Place de la Bastille, Parigi XI. Metro Bastille (linee 1, 5 e 8).

L’Indiana Café: 14, Place de la Bastille, Parigi XI. Metro Bastille (linee 1,5 e 8).

Jardin des Plantes: 57 rue Cuvier, Parigi V. Metro Place Monge (linea 7), Jussieu (linee 7 e 10), Gare d’Austerlitz (linee 5, 10 e RER C).

Heureux Comme Alexandre: 13, rue du Pot de Fer, Parigi V. Metro Place Monge o Censier-Daubenton (linea 7).

Se ti piace, condividi
  •  
  •  
  •